Potare un albero in un giardino privato a Milano

Potare un albero in un giardino privato a Milano

Per potare un albero in un giardino privato o condominiale a Milano serve un permesso. È una delle novità introdotte lo scorso dicembre 2017 dal Nuovo Regolamento del Verde del Comune di Milano.

Autorizzazione alla potatura di un albero a Milano:

Potatura con autoscala 30mt

Potatura con autoscala 30mt

Serve un permesso per poter eseguire la potatura straordinaria di alberi, o per potare alcune specie in particolare come Betulle, Frassini, Magnolie ed altre in un giardino privato o giardino condominiale a Milano.

E’ infatti necessario presentare una domanda di autorizzazione al Comune di Milano, spiegando sinteticamente le motivazioni dell’intervento, ed allegare una perizia tecnica firmata da un professionista iscritto all’Albo professionale (Perito Agrario ecc.)

Nella perizia agronomica, o relazione fitosanitaria, si dovranno indicare le caratteristiche dell’albero e le motivazioni che ne rendono necessaria la potatura (pericolosità, danneggiamento dei manufatti ecc) e precisare l’entità dell’intervento.

Cosa prescrive il Regolamento del Verde di Milano in dettaglio:

Articolo 33: Tutti gli interventi su piante di Platano sono soggetti a specifica autorizzazione da parte dell’Amministrazione comunale.

33.4. È vietata la potatura delle specie del genere Betula (betulla) e Fraxinus e la cimatura (taglio del ramo apicale) e spalcatura (taglio dei rami bassi) di qualsiasi specie di conifera e dei generi Alnus (Ontano), Carpinus (Carpino), Fagus (Faggio), Liquidambar, Magnolia (…) salvo specifica autorizzazione dell’Amministrazione comunale, come di seguito indicato.

33.5. È obbligatorio ottenere autorizzazione da parte dell’Amministrazione comunale per qualsiasi intervento non ordinario che alteri in modo sostanziale la naturale forma della chioma e la struttura degli individui arborei, interventi in seguito indicati come ‘potatura straordinaria’, quali una potatura che interessi branche con circonferenza maggiore di 30 cm o una cimatura.

La richiesta di autorizzazione, con le precise motivazioni dell’intervento, deve essere inoltrata in forma scritta agli Uffici comunali competenti allegando i seguenti documenti:

  1. relazione botanica e fitosanitaria indicante per ciascuna pianta, per cui si richiede l’autorizzazione, il nome botanico, l’altezza, la circonferenza del tronco misurata a 130 cm dal suolo (o la somma delle circonferenze dei singoli tronchi, sempre misurate a 130 cm dal suolo, qualora la pianta sia costituita da più fusti), la forma d’allevamento (libera, ad alberello, a ceppaia, a cespuglio etc.) e le condizioni fitosanitarie generali. La relazione deve essere redatta a firma di un professionista dottore agronomo o forestale, perito agrario, agrotecnico iscritti all’albo;

  2. esauriente documentazione fotografica delle piante per cui si richiede l’autorizzazione;

  3. planimetria in scala adeguata per consentire la precisa identificazione e localizzazione della/e pianta/e per cui si richiede l’autorizzazione.

33.6. Entro 30 giorni dal ricevimento della domanda al Protocollo Generale del Comune di Milano, una volta accertata l’esistenza dei necessari presupposti, viene rilasciata apposita autorizzazione con le prescrizioni necessarie. L’Amministrazione comunale può richiedere integrazioni alla documentazione presentata e richiedere modifiche dell’intervento. Decorsi 30 giorni dalla presentazione della domanda o dal ricevimento delle integrazioni richieste dall’Amministrazione comunale, in assenza di riscontro formale, l’autorizzazione si intende positivamente rilasciata.

Per gli esemplari arborei inseriti nell’art. 29 e per quelli posti in aree oggetto di tutela paesaggistica, la specifica autorizzazione dell’Amministrazione è comunque necessaria. Le autorizzazioni rilasciate hanno validità di 2 anni a partire dalla data di notifica.

33.7. La potatura degli alberi sul territorio del Comune di Milano si effettua tenendo conto del periodo riproduttivo e di nidificazione degli uccelli autoctoni e migratori. Di norma, avviene nel periodo che va dal 1° ottobre al 28 febbraio, salvo che per interventi urgenti di prevalente interesse pubblico e/o volti alla tutela dell’incolumità pubblica.

33.8. In nessun caso (eccettuate condizioni di accertata pericolosità delle piante) deve venir effettuata la potatura di alberi su cui siano presenti nidi di uccelli o tane di piccoli mammiferi “abitati”, o che siano utilizzati in modo accertato come dormitorio o posatoio da specie rare o di pregio.

esiste però una eccezione a tutto ciò…

33.9. Per gli interventi effettuati direttamente dall’Amministrazione comunale non si applicano le disposizioni procedurali di cui ai punti precedenti, fermo restando la necessità di acquisire il preventivo assenso degli Uffici comunali competenti per il verde pubblico. In ogni caso l’azione dell’Amministrazione dovrà sempre caratterizzarsi con il rispetto sostanziale della tutela dell’ecosistema, sulla scorta dei principi enunciati nel presente articolo.

Potatura straordinaria o potatura urgente

Se devi potare un albero ti aiutiamo a presentare la domanda di autorizzazione alla potatura.

In pochi giorni e ci occupiamo noi di tutte le pratiche necessarie, compresa la perizia tecnica. Non rischiare una sanzione!

Chiamaci per un sopralluogo o per un preventivo

Alcuni altri adempimenti obbligatori per legge impongono di ottenere preventivamente ulteriori autorizzazioni, come ad esempio i casi di Lotta Obbligatoria ad alcune malattie delle piante come per il Platano (D.M. 29 febbraio 2012 Cancro colorato del Platano) e l’autorizzazione della Soprintendenza nel caso l’albero di trovi in una zona cittadina sottoposta a vincolo o tutela paesaggistica.

Anche altri comuni italiani hanno emesso delle disposizioni in materia cui bisogna attenersi prima di potare un albero. Verifica sempre se il tuo comune ha introdotto disposizioni in materia di potatura.

Prima di procedere con la potatura di un albero puoi far controllare se l’albero è sicuro puoi richiederci una verifica della stabilità, così da definire quale sia la potatura e la tecnica migliore da praticare.

Possiamo controllare l’albero ed eseguire diverse verifiche della stabilità:

 

Please follow and like us:
Menu
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
LinkedIn
Share
error: Content is protected !!