Nuovo regolamento del verde del Comune di Milano


scarica qui di seguito il testo approvato dal Consiglio Comunale:

Nuovo Regolamento del verde del Comune di Milano


Milano, 7 agosto 2015 – La Giunta comunale ha approvato il nuovo regolamento del verde del comune di Milano per la difesa del verde. Per la prima volta tutto il patrimonio cittadino viene messo sullo stesso piano, sia esso pubblico o privato, e considerato come “bene comune”. Il verde pubblico viene equiparato di fatto al verde privato, e le regole che vengono introdotte, pertanto, riguarderanno entrambe le realtà.
Con le nuove regole vengono introdotte anche nuove sanzioni, quindi attenzione! 
Devono integrarsi in un unico sistema, quale che sia la loro natura: giardini, cascine, spazi agricoli, verde nelle scuole. Il senso di questo regolamento è permettere che la natura entri sempre più in città e che sia sempre più tutelata anche la biodiversità urbana.
Il nuovo regolamento del verde del comune di Milano, suddiviso in sette aree di intervento e 60 articoli, introduce maggiori regole e vincoli per quanto riguarda LA POTATURA degli alberi, sia pubblici, sia privati, volti ad una maggiore tutela degli stessi. In particolare le nuove regole per le potature, stabiliscono le modalità di esecuzione (certamente già note ai giardinieri che da anni non praticano più la capitozzatura – che da oggi sarà VIETATA) e che queste debbano essere considerate come azioni straordinarie e limitarsi all’asportazione di un 20% massimo di superficie fogliare, rispettando per quanto possibile la ramificazione naturale dell’albero. Il diametro minimo del ramo “di ritorno” che viene rilasciato dovrà avere una lunghezza pari ad almeno un terzo di quello rimosso. I tagli dovranno essere netti e rispettare la corteccia sulla parte residua, senza lasciare monconi. Sono vietati gli interventi di capitozzatura (cioè i tagli effettuati direttamente sul fusto principale dell’albero) e di potatura di branche aventi circonferenza superiore a 40 cm o comunque non eseguiti a regola d’arte._MG_3412 600
Per interventi di «potatura straordinaria» motivati da ragion idi sicurezza, ovvero che non si limitano al semplice raccorciamento entro il 20% o alla sola rimonda, «è obbligatorio ottenere autorizzazione da parte del Comune» mediante la presentazione di una relazione botanica e fitosanitaria, documentazione fotografica e «planimetria in scala adeguata».
Quindi anche gli alberi nei giardini privati dovranno sottostare alle stesse disposizioni e, in particolare, quelli classificati come “monumentali” potranno subire interventi solo dopo l’autorizzazione degli uffici tecnici comunali.

vuoi ricevere maggiori informazioni? scrivici o chiamaci subito!

Il nostro studio esegue relazioni botaniche e fitosanitarie compreso la documentazione necessaria. Non rischiare multe - affidati ad un esperto: per consulenza e redazione della relazione chiama 347 1036208 o scrivi a info@gestireilverde.it

La potatura degli alberi sul territorio del Comune di Milano dovrà essere effettuata tenendo conto del periodo riproduttivo e di nidificazione degli uccelli autoctoni e migratori ed è in generale compresa nel solo periodo che va dall’1 ottobre al 30 aprile, salvo che per interventi urgenti volti alla tutela dell’incolumità pubblica. In nessun caso (eccetto quando si verifichino condizioni di pericolosità delle piante) si potrà procedere con la potatura di alberi su cui sono presenti nidi di uccelli o tane di piccoli mammiferi o “che siano utilizzati in modo accertato come dormitorio o posatoio da specie rare o di pregio”. Anche per il taglio delle siepi viene sancito il divieto di interventi durante il periodo riproduttivo e di nidificazione degli uccelli autoctoni e migratori ed è in generale escluso, in presenza accertata di nidi, tane o rifugi, nel periodo che va dall’1 marzo al 30 settembre salvo che per interventi urgenti volti alla tutela dell’incolumità pubblica. Per le siepi e le aiuole si privilegia la piantumazione di specie autoctone e in particolare di quelle piante che producono bacche, favorendo così la presenza di avifauna.
Braccialetti Rossi Presentazione 17-01-2015 Foto Federico Simone _MG_3403 600In merito all’abbattimento di alberi su tutto il territorio comunale viene stabilito che; «devono essere conservati in particolare gli alberi aventi circonferenza del tronco misurata a 130 cm di altezza superiore a 60 cm per le specie di prima grandezza, superiore a 40 cm per le specie di seconda grandezza, superiore a 30 cm per le specie di terza e quarta grandezza» e così anche gli arbusti «che raggiungono singolarmente o in gruppo un volume della chioma almeno pari a 5 mc».
Se un privato ottiene l’autorizzazione ad abbattere un albero, sempre previa trasmissione di relazione e perizia tecnica firmata da un tecnico abilitato, «dovrà piantare uno o più individui arborei» con preferenza per le specie autoctone. Vietati i trattamenti antiparassitari con fitofarmaci ed erbicidi tossici per le api.
Tra le novità introdotte in merito alle sanzioni compare l’obbligo di risarcimento immediato per danni causati agli alberi.
Evita sanzioni e multe! Affidati al nostro Studio per le perizie tecniche necessarie: noi ti offriamo pluriennale esperienza e professionalità.
Per informazioni ed assistenza chiama 347 1036208 o scrivi a info@gestireilverde.it
Con il nuovo regolamento del verde del Comune di Milano vengono introdotte poi diverse altre regole volte a tutelare il verde vietando (e sanzionando) quei comportamenti e quelle abitudini dei cittadini che contribuiscono a danneggiare il verde comune con piccole azioni quotidiane. In particolare maggiore tutela viene riservata ai parterre alberati: niente più sosta «in corrispondenza dell’apparato radicale delle piante» e sono vietati «tutti gli interventi che possono causare deperimento» delle piante.
Altre norme sono riservate alle disposizioni per i cantieri vicini alle aree verdi e con alberi: ad esempio, la distanza minima «dalla luce netta di qualsiasi scavo al filo del tronco» non potrà essere inferiore a 5 metri per gli esemplari monumentali e di pregio, a 3 metri per le piante di prima e seconda grandezza».
Viene promossa dall’amministrazione la nascita di «giardini condivisi» con il coinvolgimento dei cittadini per il recupero di aree degradate e il «lavoro volontario» sulle aree verdi.
Tra le prescrizioni, quelle per bici, risciò, monopattini e «altri mezzi non motorizzati» che possono circolare sui viali all’interno delle aree verdi «a velocità inferiore ai 10 km orari», pena una multa di 50 euro, mentre i cavalli «possono circolare solo al passo». Vietato l’uso di modellini di barche, con o senza motore, «nelle acque si stagni, canali, rogge e fontane» e nelle aree gioco «le attrezzature per il gioco possono essere utilizzate solo dai bambini di età non superiore a quella indicata sulle stesse».
Confermato nel regolamento il divieto di fumare nelle aree gioco, così come quello di «consumare alcolici e sostanze psicotrope». In parchi e giardini poi «i cani debbono essere condotti da persone in grado di gestirli» e «quelli di grossa taglia non possono essere condotti al guinzaglio da persone di età inferiore ai 14 anni».
Lasciare mozziconi di sigaretta costerà una sanzione di 120 euro, distribuire molliche di pane a uccelli o altri animali 50 euro, fare pipì vicino a un albero 80 euro, praticare il tiro con l’arco, la balestra, la fionda, il giavellotto, il boomerang 120 euro. Per chi posteggia l’automobile nell’area «di pertinenza» di un albero, mettendone a rischio le radici, c’è una multa da 150 euro.
Altre novità: il regolamento prevede la possibilità di intitolare nuovi alberi ad un proprio caro recentemente scomparso. Libero accesso ai cani in tutte le aree verdi, purché muniti di guinzaglio. Viene ribadito, infine, il divieto a parcheggiare le auto nelle aree di pertinenza dell’albero.
Il testo va ora all’esame del Consiglio comunale, seguiranno quindi maggiori approfondimenti in merito.
Per restare sempre aggiornati consulta il nostro sito: www.gestireilverde.it
Fonti:
http://www.ilgiorno.it/milano/intitolare-alberi-defunti-1.1204247
http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/news/primopiano/Tutte_notizie/benessere_sport_verde/verde_nuovo_regolamento_cittadino
http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/15_marzo_19/vietato-molestare-insetti-nuovo-regolamento-verde-comune-4dae648e-ce2a-11e4-b573-56a67cdde4d3.shtml
http://milano.repubblica.it/cronaca/2015/04/22/news/milano_il_comune_corregge_il_regolamento_del_verde_niente_sanzioni_per_chi_uccide_le_zanzare_-112595427/
o.

vuoi ricevere maggiori informazioni? scrivici o chiamaci subito!

Il nostro studio esegue relazioni botaniche e fitosanitarie compreso la documentazione necessaria. Non rischiare multe - affidati ad un esperto: per consulenza e redazione della relazione chiama 347 1036208 o scrivi a info@gestireilverde.it